ASCACID Soluzione Orale VERMIFUGO per Bovini, Ovini/ Oral Dewormer for cattle, ovines

ASCACID Soluzione Orale VERMIFUGO per Bovini, Ovini/ Oral Dewormer for cattle, ovines - Pet Shop Luna SRL
ASCACID Soluzione Orale VERMIFUGO per Bovini, Ovini/ Oral Dewormer for cattle, ovines - Pet Shop Luna SRL
ASCACID Soluzione Orale VERMIFUGO per Bovini, Ovini/ Oral Dewormer for cattle, ovines - Pet Shop Luna SRL
ASCACID Soluzione Orale VERMIFUGO per Bovini, Ovini/ Oral Dewormer for cattle, ovines - Pet Shop Luna SRL

Pet Shop Luna SRL

€ 9.90 

IL NOME DEL PRODOTTO
ASCACID 10% 

COMPOSIZIONE

-100 ml di sospensione contengono:
Albendazolo (metil-5N-propiltio-2-benzimidazolo carbammato) 10 g.
Eccipienti: glicole monopropilenico, carbossimetilcellulosa di sodio, benzoato di sodio, acqua demineralizzata.

Indicazioni
Il prodotto è indicato nei bovini nel trattamento dei nematodi gastrointestinali e polmonari (Ostertagia spp., Nematodirus spp., Haemonchus spp., Trichostongylus spp., Cooperia spp., Dictyocaulus spp., Bunostomum spp., Oesophagostomum spp.) A. ) e cestodi (Moniesia spp.).

CONTROINDICAZIONI
A causa del potenziale effetto teratogeno ed embriotossico, non viene somministrato nei primi 45 giorni di gestazione.

EFFETTI COLLATERALI
Il prodotto è ben tollerato a dosi terapeutiche. Se nota effetti gravi o altri effetti non menzionati in questo foglio, contatti immediatamente il veterinario.

SPECIE DI DESTINAZIONE
Bestiame.

POSOLOGIA PER CIASCUNA SPECIE, VIA (E) E MODALITÀ DI SOMMINISTRAZIONE ASCACID 10% viene somministrato per via orale con una siringa o altro dispositivo graduato per la somministrazione di sospensioni orali ad animali alla dose singola di 10 mg di albendazolo / kg di peso corporeo (10 ml di Ascacid 10% / 100 kg di peso corporeo).
In caso di reinfestazione, il trattamento viene ripetuto dopo 3 mesi.
Al fine di garantire una corretta somministrazione della dose terapeutica, il peso corporeo dell'animale deve essere determinato il più accuratamente possibile. Se più animali vengono trattati contemporaneamente, devono essere raggruppati in base al loro peso e alla dose appropriata per evitare sotto o sovradosaggio.

CONSIGLI PER UNA CORRETTA SOMMINISTRAZIONE
Agitare la fiala prima dell'uso.

TEMPO DI ATTESA
Carne e organi: 28 giorni.
Latte: 3 giorni.

PRECAUZIONI PER LO STOCCAGGIO
Il prodotto va conservato in luogo asciutto, buio, sotto i 25 ° C, al riparo dal gelo.

AVVERTENZE SPECIALI
Avvertenze speciali per ciascuna specie di destinazione:
Le seguenti pratiche aumentano il rischio di sviluppare resistenza e di conseguenza possono causare inefficienza della terapia antielmintica:
Uso ripetuto e troppo frequente di antielmintici nella stessa classe, per un periodo di tempo prolungato.
Sottodosaggio, che può essere causato da una sottostima del peso corporeo dell'animale o da una somministrazione impropria del prodotto.
I casi clinici di sospetta resistenza antielmintica devono essere studiati utilizzando test paraclinici, ad esempio il test per ridurre il numero totale di uova. Se i test indicano resistenza a una particolare classe di antielmintici, è necessario utilizzare un antielmintico con una diversa modalità di azione cambiando la classe. La resistenza all'albendazolo è stata segnalata in Fasciola hepatica, Trichostrongylus spp, Haemonchus spp e Oesophagostomum spp. Pertanto, l'uso di questo prodotto deve essere supportato da informazioni epidemiologiche locali (regionali, a livello di azienda agricola) sulla suscettibilità di Fasciola hepatica, Trichostrongylus spp, Haemonchhagom spp e accompagnato da raccomandazioni sui modi per limitare la selezione della resistenza all'albendazolo.

UTILIZZARE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
A causa del potenziale effetto teratogeno ed embriotossico, non viene somministrato nel primo mese di gestazione.
Interazioni con altri medicinali o altre forme di interazione.
Non è associato a cimetidina e praziquantel che diminuiscono l'assorbimento di albendazolo modificando il pH nel rumine. Sovradosaggio (sintomi, procedure di emergenza, antidoti), a seconda dei casi.
Il superamento della dose fino a 20 volte non causa effetti collaterali.

OVE NECESSARIO, PRECAUZIONI PARTICOLARI PER LO SMALTIMENTO DEL PRODOTTO NON UTILIZZATO O DEI MATERIALI DI SCARTO.
Gli animali trattati saranno tenuti in spazi isolati e il letame non sarà utilizzato per fertilizzare il terreno. Qualsiasi medicinale veterinario inutilizzato o materiale di scarto derivato da tali medicinali veterinari deve essere smaltito in conformità con i requisiti locali.

PRESENTAZIONE
Flaconi in polietilene ad alta densità da 100 ml.

 

 

 

 

DICHIARAZIONE DI PRINCIPI ATTIVI E ALTRI INGREDIENTI

 


ASCACID 2,5%  - 1 ml di sospensione orale contiene:
Albendazolo (metil-5N-propiltio-2-benzimidazolo carbammato) 25 mg.
Eccipienti: glicole monopropilenico, carbossimetilcellulosa di sodio, benzoato di sodio, acqua demineralizzata.

Indicazioni
Il prodotto è indicato negli ovini nel trattamento dei nematodi gastrointestinali e polmonari (Oesophagostomum spp., Nematodirus spp., Haemonchus spp., Trichostongylus spp., Cooperia spp., Dictyocaulus spp.) Dei trematodi (Fasciola spp.) E Mon c. )

CONTROINDICAZIONI
A causa del potenziale effetto teratogeno ed embriotossico, non viene somministrato nel primo mese di gestazione.

EFFETTI COLLATERALI
Il prodotto è ben tollerato a dosi terapeutiche. Se noti effetti gravi o altri effetti non menzionati in questo foglio, contatta immediatamente il veterinario.

SPECIE DI DESTINAZIONE
Pecore.

POSOLOGIA PER CIASCUNA SPECIE, VIA (E) E MODALITÀ DI SOMMINISTRAZIONE ASCACID 2,5% viene somministrato per via orale con una siringa o altro dispositivo graduato per la somministrazione di sospensioni orali ad animali in una singola dose di 7,5 mg di albendazolo / kg di peso corporeo (15 ml di Ascacid 2 , 5% per 50 kg di peso corporeo). In caso di reinfestazione, il trattamento viene ripetuto dopo 3 mesi.

RACCOMANDAZIONI PER UNA CORRETTA SOMMINISTRAZIONE
Agitare la fiala prima della somministrazione.

TEMPO DI ATTESA
Carne e organi: 7 giorni in pecore e capre.
Latte: 3 giorni.

PRECAUZIONI PER LO STOCCAGGIO
Il prodotto viene conservato in un luogo asciutto e buio a una temperatura inferiore a 25 ° C.

AVVERTENZE SPECIALI
Avvertenze speciali per ciascuna specie di destinazione:
Le seguenti pratiche aumentano il rischio di sviluppare resistenza e di conseguenza possono causare inefficienza della terapia antielmintica:
Uso ripetuto e troppo frequente di antielmintici nella stessa classe per un periodo di tempo prolungato.
Sottodosaggio, che può essere causato da una sottostima del peso corporeo dell'animale o da una somministrazione impropria del prodotto.
I casi clinici di sospetta resistenza antielmintica devono essere studiati utilizzando test paraclinici, ad esempio il test per ridurre il numero totale di uova. Se i test indicano resistenza a una particolare classe di antielmintici, è necessario utilizzare un antielmintico con una diversa modalità di azione cambiando classe.
La resistenza all'albendazolo è stata segnalata in Fasciola hepatica, Trichostrongylus spp., Haemonchus spp. E Oesophagostomum spp. Pertanto, l'uso di questo prodotto dovrebbe essere supportato da informazioni epidemiologiche locali (regionali, a livello di azienda agricola) sulla suscettibilità di Fasciola hepatica, Trichostrongylus spp., Haemonchus spp. e Oesophagostomum spp. e accompagnato da raccomandazioni su come limitare la selezione della resistenza all'albendazolo.

UTILIZZARE IN GRAVIDANZA, ALLATTAMENTO
A causa del potenziale effetto teratogeno ed embriotossico, non viene somministrato nel primo mese di gestazione. Interazioni con altri medicinali o altre forme di interazione:
Non è associato a cimetidina e praziquantel che diminuiscono l'assorbimento di albendazolo modificando il pH nel rumine.

SOVRADOSAGGIO (sintomi, procedure di emergenza, antidoti), a seconda dei casi:
Il superamento della dose fino a 20 volte non causa effetti collaterali.

OVE NECESSARIO, PRECAUZIONI PARTICOLARI PER LO SMALTIMENTO DEL PRODOTTO NON UTILIZZATO O DEI RIFIUTI.
Gli animali trattati saranno tenuti in spazi isolati e il letame non sarà utilizzato per fertilizzare il terreno.
Qualsiasi medicinale veterinario inutilizzato o materiale di scarto derivato da tali medicinali veterinari deve essere smaltito in conformità con i requisiti locali.

ALTRE INFORMAZIONI
Flacone in polietilene ad alta densità da 500 ml con tappo a tenuta.

Specifiche tecniche